Lezione Aperta: i consigli dei nostri ospiti su come costruire comunità.

Lezione aperta Diventa Community Designer. 11 dicembre 2023 a BASE Milano.

Lezione Aperta: i consigli dei nostri ospiti su come costruire comunità.

Abbiamo deciso di celebrare la chiusura del nostro primo percorso “Diventa Community Designer” organizzando una lezione aperta in presenza, per incontrarci e conoscerci.

La lezione si è svolta il lunedì 11 dicembre 2023 presso BASE Milano. Ringraziamo tutti i partecipanti: c’erano i corsisti, gli ex corsisti, alcuni clienti, alcuni stimatori, tanti che non conoscevamo e che abbiamo avuto il piacere di incontrare per la prima volta.

Lezione aperta Collaboriamo - Marta Mainieri, Collaboriamo

Un ringraziamento specialissimo va ai nostri ospiti per aver condiviso le loro esperienze:

  • Martina Pieri (Marketing Manager, Rockin’ 1000)
  • Sara Pigmei (Community Manager, Airbnb)
  • e Sebastiano Leddi (Founder e Editor in Chief, Perimetro).

Dai tantissimi spunti emersi, abbiamo ricavato 7 consigli pratici che riassumiamo qui, per che c’era e per chi non c’era.

7 consigli pratici su come costruire comunità

Lezione aperta Collaboriamo - Martina Pieri, Rockin' 1000
  1. Parlare la lingua della propria community, non quella del marketing.
    Nel raccontare la sua esperienza con Rockin’ 1000, Martina Pieri ha spiegato: “con la nostra community cerchiamo di parlare la stessa lingua. Per esempio non la chiamiamo mai “community”, ma band: loro non sono membri, ma musicisti e sappiamo che gli piace essere chiamati così.”
  2. Lasciare “fluire” la community… senza trascurare la narrazione di quello che si fa.
    “Nei primi anni”, raccontava Martina, “quando non avevamo neanche la forza di gestire tutti questi musicisti perché eravamo ancora molto pochi, lasciavamo alle persone strutturarsi un po ‘come credevano: gruppi Facebook, gruppi WhatsApp. Non abbiamo mai bloccato i musicisti dall’aprire il proprio gruppo Facebook territoriale, piuttosto abbiamo cercato di aiutarli, sostenerli e aumentare il valore di quello che mettevamo nel gruppo globale.”

“Con i membri della community non si scherza: bisogna condividere difficoltà e successi. Anche quando è scomodo e anche quando si deve ammettere uno sbaglio.”

  1. Devi essere credibile.
    Se vuoi lanciare una community devi essere parte del “problema” e devi essere il primo a credere che essere in tanti è meglio che stare da soli. Devi conoscere l’idea, il progetto, la passione o la condizione intorno a cui vuoi aggregare la tua community, altrimenti nessuno ti verrà dietro. Così è stato per Sebastiano Leddi, fotografo professionista, che ha creato la community Perimetro.
  2. L’importanza di essere trasparente.
    Un altro aspetto sottolineato sia da Martina che da Sebastiano è l’importanza della trasparenza. Con i membri della community non si scherza: bisogna condividere difficoltà e successi. Anche quando è scomodo e anche quando si deve ammettere uno sbaglio. Lo sbaglio si perdona, le bugie o la poca onestà, no.
  3. Il peso della visibilità e della celebrazione dei membri.
    “Una cosa importante”, raccontava Sebastiano, “è dedicare un momento celebrativo a ogni membro della community. Ognuno deve sentirsi un po’ protagonista, ognuno deve avere i suoi momenti di gloria”.
Lezione aperta Collaboriamo. Sebastiano Leddi e la community di Perimetro.
Lezione aperta Collaboriamo - Sara Pigmei, Airbnb
    1. Partire dal perché.
      “Sembra banale, ma non lo è assolutamente!” ha evidenziato Sara Pigmei, Community Engagement Manager di Airbnb. “Partire dal perché, ovvero chiedersi: perché voglio lanciare questa community?  Noi siamo partiti dalle esigenze dei nostri host che volevano risolvere i loro problemi. Li abbiamo ascoltati e poi siamo partiti.”
    2. Identificare persone chiave per farsi aiutare.
      Un altro aspetto importante sottolineato da Sara: il segreto per gestire la crescita di una community sta nell’affidarsi ai membri più coinvolti: “Da sola, come avrei potuto gestire 43 community con 80.000 membri?”

Tutti questi consigli sono solo una piccola parte di ciò che si impara nel nostro percorso Diventa Community Designer, un percorso formativo di 8 moduli che permette di acquisire le competenze per costruire il contesto entro il quale facilitare la nascita e la crescita di comunità.

Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2024, per saperne di più visita la pagina dedicata al percorso di formazione.